Ciliegie e dieta: una guida completa

Ciliegie e dieta una guida completaUna tira l’altra, ed è proprio così: le ciliegie sono così buone che si smette di mangiarle solo quando sono finite. Questo frutto, però, non è solo buono ma anche molto salutare.

Le ciliegie si possono inserire in qualsiasi dieta perché non sono molto caloriche, contengono l’85% di acqua e, in più, sono ricche di potassio, l’elemento ideale per combattere gonfiori e cellulite.

Ecco una guida che aiuta a conoscere meglio le proprietà e i benefici delle ciliegie.

Le ciliegie

La raccolta delle ciliegie inizia a maggio e termina agli inizi di luglio. Di questo frutto conosciamo il Prunus avium o ciliegio dolce, e il Prunus cerasus altrimenti detto ciliegio acido.

Dal Prunus avium derivano le ciliegie tenerine e le duracine. Le prime hanno un colore rosso vivo e una polpa tenerissima, le seconde invece sono caratterizzate da una polpa molto croccante ed esistono in due varianti di colore: rosso chiaro e rosso molto scuro, quasi nero.

Il Prunus cerasus produce a sua volta le golosissime amarene, le marasche e le visciole.

Proprietà e benefici

Le ciliegie sono ricche di vitamine A e C e di sali minerali come calcio, magnesio, potassio, fosforo. Contengono anche acido folico e flavonoidi, i composti noti per la capacità di contrastare i radicali liberi e, quindi, rinforzare il sistema immunitario.

Alle ciliegie è stata attribuita la capacità di prevenire molte malattie come le disfunzioni renali, la gotta, l’arteriosclerosi, l’invecchiamento cellulare. Inoltre, grazie ad alcune sostanze contenute nella buccia, questi golosi frutti rossi aiutano a prevenire anche la carie.

Peduncoli e noccioli

Di questo frutto non si spreca proprio nulla. Con i peduncoli, per esempio, si possono preparare tisane e decotti che sono un toccasana in caso di cistite.

Anche i noccioli delle ciliegie non si buttano. I noccioli di ciliegia essiccati, infatti, sono usati per realizzare una sorta di termo-cuscini terapeutici. I noccioli riescono a trattenere sia il caldo, sia il freddo. Perciò questi cuscini tornano molto utili in caso di slogature, contusioni, dolori muscolari, stiramenti e persino punture d’insetti e mal di denti.

Ciliegie e dieta

Le ciliegie sono ottime per dimagrire, non a caso esistono molte diete che si basano su questo frutto. La grande quantità di acqua che contengono fa delle ciliegie un eccellente diuretico. Nei mesi estivi le ciliegie, essendo ricche di fibre, sono un utile spezza fame: consumate a merenda saziano senza ingrassare e, in più, aiutano a reintegrare i sali minerali che si perdono con la sudorazione.

Poiché in un etto di ciliegie ci sono 38 calorie, per non eccedere quando si fa una dieta, la dose consigliata per uno spuntino è di 150 grammi, che corrispondono a circa venti ciliegie. E’ bene non mangiare ciliegie a fine pasto, perché possono provocare fastidiosi gonfiori intestinali.

Ciliegie e obesità

Ciliegie e dieta una guida completaLe ciliegie sono frutti rossi e, in quanto tali, aiutano a combattere malattie metaboliche come obesità e diabete.

I ricercatori del Dipartimento di Scienze Biomolecolari dell’Università di Milano, per testare i benefici dei frutti rossi, hanno aggiunto all’alimentazione di alcune cavie nutrite con alimenti ipercalorici, ciliegie e altri frutti dello stesso colore.

A fine studio è stato costatato che i roditori non erano ingrassati, e, in più, sfoggiavano anche una grande forma.

Gli antociani, dunque, ossia i pigmenti che colorano di rosso i frutti, sono importantissimi per la nostra salute perché non solo riducono il rischio di tumori e di malattie cardiovascolari, ma aiutano il nostro organismo a liberarsi delle tossine e, al contempo, impediscono gli accumuli di adipe.

Ciliegie e trigliceridi

A confermare la tesi dei ricercatori italiani, anche uno studio che arriva dall’Università dell’Arizona. I ricercatori questa volta hanno condotto i loro esperimenti direttamente sulle persone. A dieci soggetti obesi gli studiosi americani hanno fatto bere 240 millilitri di succo di ciliegie al giorno.

Ebbene, i risultati sono stati strabilianti: in quattro settimane si è registrato sia un calo ponderale, sia l’abbassamento dei trigliceridi e degli acidi urici.

Ciliegie e sonno

Le ciliegie sono ricche anche di melatonina perciò bere succo di ciliegia almeno due volte al giorno, concilia il sonno e aiuta a combattere l’insonnia da jet lag.

Diuresi e cellulite

Per depurare l’organismo, favorire la diuresi e regolarizzare l’intestino, basterebbe mangiare a colazione venti ciliegie. Per contrastare la cellulite sono ottimi sia i frullati di ciliegie da consumare come spuntino o merenda pomeridiana, sia gli estratti di fiore e frutto. Le ciliegie oltre a drenare i liquidi in eccesso, hanno anche la capacità di fluidificare i depositi di grasso. Perciò oltre a contrastare la ritenzione idrica, il consumo giornaliero di ciliegie, impedisce anche il riformarsi degli antiestetici cuscinetti di grasso che si localizzano su cosce e glutei.

Ciliegie e dieta una guida completaEstratti di ciliegio

Gli estratti di ciliegio sono sempre prescritti nelle diete perché, essendo capaci di accelerare il metabolismo, bruciano più velocemente i grassi.

Si consiglia a chi fa una dieta di bere almeno due tazze di tè al giorno con l’aggiunta di estratto di fiori di ciliegio. Gli estratti di ciliegio si acquistano nelle erboristerie e in molti store online specializzati.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons