Dieta dello yogurt: quali mangiare?

Dieta dello yogurt quali mangiareLa dieta dello yogurt ha diverse varianti. Le diete meno drastiche lo integrano in un determinato piano dietetico, mentre le più rigide prescrivono quasi esclusivamente il consumo di questo alimento abbinato a frutta o brodo.

Ma quali sono i migliori yogurt da mangiare quando si adotta questo regime?

La dieta dello yogurt

La dieta dello yogurt parte dal principio che il latte fermentato aiuti ad eliminare il gonfiore, a disintossicare l’organismo, a smaltire i grassi e a tenere a bada la fame.

Questa dieta, a seconda delle sue declinazioni, promette miracoli: dai tre ai cinque chili in una settimana. Ovviamente, come tutti i regimi che si basano su un solo alimento, non è consigliabile seguire la dieta dello yogurt per periodi prolungati.

Lo yogurt

Quella dello yogurt è considerata una dieta sana perché è idea comune che l’alimento sulla quale ruota sia un prodotto naturale, esente da qualsiasi tipo di manipolazione. Ma è davvero così?

Possiamo avere la certezza della purezza dello yogurt solo se lo prepariamo in casa con latte fresco e fermenti lattici. Ma possiamo fidarci di uno yogurt acquistato nei supermercati? E come orientarci nella scelta?

Che cosa sapere

Secondo la normativa vigente si considera yogurt il latte fermentato da Streptococcus thermophilus e Lattobacillus bulgaricus, due batteri che trasformano il lattosio, lo zucchero del latte, in acido lattico. I due batteri, inoltre, trasformando i grassi e le proteine del latte in sostanze aromatiche, sono responsabili anche del sapore dello yogurt.

Se il latte che si usa per preparare lo yogurt non contiene abbastanza proteine, il prodotto finale risulterà meno denso e cremoso.

La legge a tale proposito non impone di usare latte fresco ad alto contenuto proteico anzi, al contrario, permette che entrino nella produzione dello yogurt prodotti come latte addizionato con proteine, latte scremato in polvere o proteine derivate dal siero del latte: tutte sostanze che minano la qualità del prodotto.

Se nello yogurt sono state fatte queste aggiunte, non si trova scritto sull’etichetta. Ciò che possiamo trovare scritto, invece, è la dicitura latte fermentato che sta a indicare che il latte con il quale è stato prodotto quello yogurt è stato trasformato da batteri diversi da quelli indicati per legge. In questo caso avremo un prodotto meno consistente.

Yogurt intero

Contrariamente a quanto si possa pensare, lo yogurt qualitativamente migliore, anche quando si fa una dieta, è quello intero perché prodotto con latte intero ricco di proteine o latte fermentato che, comunque, ha buone proprietà nutrizionali.

Un vasetto di yogurt intero contiene circa 80 calorie, uno intero di latte caprino ne contiene 70. Gli stessi yogurt alla frutta, di calorie ne contengono circa 150. Il contenuto calorico, come si può notare, non è eccessivo. In più, gli yogurt biologici di qualità contengono anche una piccola percentuale di grassi omega 3.

Yogurt magro

Un discorso a parte va fatto lo gli yogurt magro. Uno yogurt magro preparato con latte scremato fresco, può essere un prodotto fantastico. In media un vasetto di yogurt magro fatto in casa contiene circa 50 calorie. Purtroppo però molti yogurt magri di provenienza industriale, sono prodotti con latte scremato in polvere.

L’assenza completa di grassi, il processo industriale e il latte in polvere conferiscono al prodotto finale un brutto sapore, maldestramente mascherato con zuccheri o dolcificanti vari. Questi yogurt sono sconsigliati, non solo perché non apportano alcun beneficio, ma in alcuni casi possono essere addirittura dannosi.

Quali scegliere

Yogurt di qualità si possono trovare nei negozi biologici. Uno yogurt molto buono è il prodotto Bio Demeter, che si può acquistare anche nei supermercati. Fra i magri si consiglia lo yogurt greco Fage, poiché è un prodotto denso e cremoso che naturalmente è povero di grassi e ricco di proteine.

Come scegliere

Anche se gli yogurt interi forniscono qualche caloria in più, se si vuole godere di tutti i benefici del latte fermentato, la scelta deve per forza cadere su questi.

In ogni modo per trovare lo yogurt giusto, il nostro punto di riferimento deve essere l’etichetta. Se sulla confezione ci sono più di dieci ingredienti, fra i quali additivi chimici, o edulcoranti come l’aspartame, evitate di comprare quel prodotto: uno yogurt, meno ingredienti contiene e più è salutare.

Quando si acquista uno yogurt, a parte gli ingredienti, bisogna fare molta attenzione alla data di scadenza: mai acquistare un vasetto che sta per scadere perché sarebbe già privo di qualsiasi nutriente. Evitate di scegliere anche gli yogurt alla frutta perché più calorici e perché, sovente, non contengono vera frutta ma sono addizionati con sostanze chimiche aromatiche.

Se proprio non gradite il gusto dello yogurt bianco, potete aggiungere voi frutta fresca di vostro gradimento: miele, stevia o altri dolcificanti naturali.

Inoltre non vi fidate di yogurt che promettono miracoli come guarire la stitichezza o contrastare il colesterolo: non è vero. Diffidate, per esempio, di prodotti come il Danacol, che sull’etichetta porta scritto a chiare lettere: prodotto non adatto a bambini di età inferiore a cinque anni, donne in gravidanza o in allattamento.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons