Dieta e glicemia: gli alimenti sconsigliati

Dieta glicemia gli alimenti sconsigliatiLa glicemia indica la quantità di glucosio contenuta nel sangue. A stomaco digiuno, in un litro di sangue si trova circa un grammo di glucosio.

Dopo mangiato il livello di glicemia si alza, più o meno, rapidamente. La velocità con la quale questo processo avviene è direttamente proporzionale a ciò che si mangia.

In una dieta per la glicemia, sono molti gli alimenti sconsigliati proprio perché fanno alzare subito il livello di glucosio nel sangue e, in più, lo mantengono a livelli elevati per molto tempo.

Vediamo insieme quali sono questi alimenti.

Glicemia e insulina

Per mantenere la glicemia a livelli ottimali, bisogna consumare alimenti a basso indice glicemico. Per capire che cos’è l’indice glicemico, IG, bisogna fare una piccola premessa.

Quando ingeriamo carboidrati, i livelli di glucosio nel sangue hanno un’impennata. Il pancreas risponde a questa improvvisa mole di zuccheri secernendo maggiori quantità di insulina, l’ormone che regola le funzioni del glucosio.

Quando l’organismo funziona bene e non ci sono eccessi, dopo che è intervenuta l’insulina, la glicemia torna ai livelli normali.

Se si eccede con il cibo, soprattutto con i carboidrati ad alto indice glicemico, si costringe l’insulina a restare in circolo più a lungo, e questo provoca non solo accumulo di grasso, ma anche il ristagno di zucchero nel sangue. Da qui il passo per arrivare alla iperglicemia è breve.

L’indice glicemico

L’indice glicemico classifica gli alimenti in base alla velocità che impiegano a far raggiungere il picco glicemico dopo averli consumati.

In effetti, l’IG non è altro che una misura. Si è preso come standard di riferimento il tempo che impiega il glucosio puro a far comparire il picco glicemico. Quando ingeriamo un alimento, più veloce sarà il suo assorbimento, più in fretta farà registrare il picco glicemico e più elevato sarà il suo indice.

Alimenti vietati e sconsigliati

Mantenere normali i livelli di glicemia nel sangue è molto importante non solo perché in questo modo si tiene sotto controllo anche il proprio peso, ma anche perché i rischi per la salute legati alla iperglicemia sono davvero tanti.

Una condizione di iperglicemia prolungata può provocare danni a cervello, reni, arterie e, nella peggiore delle ipotesi, può portare al coma diabetico.

Per tenere sotto controllo la glicemia c’è solo una strada: una dieta sana che parte dalla conoscenza, almeno in linea di massima, dell’indice glicemico degli alimenti. In una dieta contro la glicemia, dunque, alcuni alimenti sono assolutamente vietati, mentre altri solo sconsigliati.

Alimenti vietati

Alimenti ad alto indice glicemico: dolci, zucchero raffinato, bevande alcoliche e/o zuccherate, patatine fritte in busta, cornflakes, riso soffiato, wafer e tutti gli alimenti che contengono zucchero o sciroppo di glucosio.

Alimenti sconsigliati

Alimenti a medio indice glicemico: alcuni tipi di pasta come spaghetti e maccheroni, pane bianco, pane di segale, biscotti integrali, patate, banane, croissant, ananas, uva passa, carote, arance, melone, kiwi, mango, zucca.

Alimenti consentiti

In una dieta contro la glicemia, gli alimenti consentiti sono quelli a basso indice glicemico. Fra questi i latticini magri, prugne, pere, latte di soia, fagioli, lenticchie, mele, cereali integrali e pasta cotta al dente escluse le precedenti eccezioni.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons