Dieta Lemme: gli alimenti proibiti

Dieta Lemme gli alimenti proibitiFra i regimi alimentari dimagranti più in voga degli ultimi tempi, un posto in prima fila spetta di diritto alla Dieta Lemme.

Si tratta di una dieta tutta made in Italy perché a idearla, è stato un farmacista di Desio: il dottor Alberico Lemme.

Quale filosofia muove questa particolare dieta e, soprattutto, quali sono gli alimenti proibiti?

La Dieta Lemme

Il regime alimentare del dottor Lemme parte dall’assunto che per perdere peso in fretta, basta armonizzare l’alimentazione giusta con determinati orari della giornata.

Ma la vera rivoluzione sta prima nella promessa di far perdere fino a dieci chili in un mese, e poi nell’affermazione che per dimagrire non bisogna tenere conto delle calorie, ma delle reazioni chimiche prodotte dal cibo nel nostro organismo.

I capisaldi di questa nuova dieta sono: la composizione chimica e l’indice glicemico del cibo, l’abbinamento dei vari alimenti, gli enzimi prodotti dal nostro organismo e l’orario dei pasti.

Le fasi

La dieta si divide in due fasi. La prima fase è detta di dimagrimento, dura un mese ed è la fase in cui molti alimenti sono banditi.

La seconda fase è di educazione alimentare. In questa fase si reintroducono gradualmente gli alimenti vietati dalla prima fase, ci si abitua a fare gli abbinamenti giusti e a riconoscere gli alimenti a basso indice glicemico.

Che cosa mangiare

Il programma alimentare è prescritto dal dottor Lemme in persona e, giacché questa dieta non può prescindere dall’analisi enzimatica, il piano dietetico è sempre personale. Tuttavia, chiunque segua la Dieta Lemme deve attenersi ad alcune inevitabili regole. Vediamo insieme quali sono.

Alimenti consentiti

Se la Dieta Lemme ha conquistato molti vip nostrani, un motivo c’è e si chiama: spaghetti a colazione. Dimagrire mangiando il piatto nazionale: gli spaghetti. Che cosa potevamo chiedere di meglio noi italiani?

Insieme alla pasta si possono mangiare anche pesce e carne e di qualsiasi tipo, inclusa quella di maiale. Si possono bere acqua, tè e caffè amari. Per insaporire i cibi vanno bene tutte le spezie e per condire è prescritto esclusivamente l’olio evo.

Alimenti proibiti

Non si possono mangiare: pane, carote, pomodori, frutta, dolci, vino, latte e, soprattutto, sale. Secondo l’ideatore della dieta inserire nella propria alimentazione anche quantità impercettibili di questi alimenti, farebbe aumentare di circa mezzo chilo il nostro tessuto adiposo.

Per il dottor Lemme, infatti, non solo gli zuccheri raffinati contenuti nei dolci, ma anche gli alimenti come il pomodoro, possono stimolare la produzione di insulina, l’ormone responsabile dell’immagazzinamento dei grassi.

Il sale è bandito perché fa aumentare sia la pressione arteriosa, sia l’indice glicemico degli alimenti.

Come mai la Dieta Lemme consente la pasta e, almeno nella prima fase, vieta il pane? Perché se si mangiano pasta e pane insieme, si introducono nell’organismo troppi carboidrati. In più, la pasta si può non salare, il pane invece, salvo che non sia fatto in casa, il sale lo contiene sempre.

Altre caratteristiche

La Dieta Lemme è un regime che predilige gli alimenti proteici i quali, però, non possono essere abbinati ai carboidrati. Per quanto riguarda la cottura non ci sono limitazioni, vanno bene tutti i metodi da quello a vapore alla frittura.

In questa dieta che fa mangiare pasta e carne di maiale ma vieta le carote, c’è anche un’altra stranezza: non prescrive movimento. Perché? Semplicemente perché per il genio della dieta, così si autodefinisce Alberico Lemme, qualsiasi attività fisica sarebbe del tutto inutile.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons