I rischi della dieta vegana

I rischi della dieta veganaLe diete seguono le mode del momento e spesso sono lanciate da personaggi pubblici, soprattutto da quelli che appartengono al mondo dello spettacolo.

Se il nostro beniamino di turno, che mostra un fisico perfetto e una salute di ferro, spiattella ai quattro venti che segue una dieta vegana, perché non imitarlo?

Con l’alimentazione però non si scherza, perché se non è equilibrata, può danneggiare seriamente il nostro organismo.

Perciò cerchiamo di capire quali sono i rischi che si corrono a seguire un regime alimentare vegano.

La dieta vegana

La dieta vegana è molto più restrittiva della vegetariana. Un vegano, infatti, elimina dalla sua dieta non solo gli alimenti di origine animale, ma anche tutti i loro derivati. Nell’alimentazione vegana entrano solo alimenti di origine vegetale.

Nessuno può negare che frutta, verdura e cereali siano alimenti molto salutari, ma bastano a soddisfare il fabbisogno nutrizionale di un onnivoro come l’uomo?

Rischi della dieta vegana

Il nutrizionista

Molti incorrono nell’errore di pensare che una dieta vegana, essendo basata su alimenti salutari, possa fare a meno della prescrizione di un nutrizionista. Non c’è nulla di più sbagliato, e il perché è presto detto.

Questa dieta, soprattutto nei primi tempi, provoca problemi intestinali, emicrania e nausea. Con la dieta vegana non si assumono alcuni nutrienti indispensabili per il nostro organismo come vitamina B12, zinco, calcio, grassi e proteine che contengono aminoacidi essenziali.

Perciò senza l’aiuto di uno specialista che prescriva un piano alimentare personalizzato e specifici integratori, si rischia di andare incontro ai disturbi tipici della carenza nutrizionale come anemia o spossatezza cronica.

L’assenza di carne

I nutrizionisti osteggiano sempre le diete poco bilanciate e la vegana è la dieta sbilanciata per antonomasia. Un uomo per stare bene ha bisogno di un’alimentazione che includa i grassi animali, ovviamente nelle giuste dosi.

Ma vi è di più. Uno studio austriaco pubblicato di recente sulla rivista PLos One, ha dimostrato che chi non mangia carne è più predisposto all’ansia, alla depressione, alle allergie e, addirittura, raddoppia il rischio di essere colpito da infarto o cancro.

Questo studio è stato condotto in Austria dall’Università Medica di Graz. Questa ricerca austriaca ha scosso molti medici, incluso il nostro oncologo Veronesi, che da anni si affanna a sconsigliare il consumo di carne perché ritenuta cancerogena.

Il buon senso

Non sappiamo quanto e che cosa ci sia di vero in questi studi e/o suggerimenti. Ciò che invece possiamo affermare con certezza è che per alimentarsi in modo sano, basta seguire il buon senso: gli eccessi sono sempre dannosi.

I macronutrienti essenziali per un uomo sono proteine, carboidrati e grassi. L’assenza di uno solo di questi elementi può portare squilibri pericolosi per l’organismo.

A chi è sconsigliata

La dieta vegana non è consigliata, per ovvi motivi, a bambini, anziani, anemici, donne in gravidanza o celiaci. Per quanto possa sorprendere, questa dieta non è adatta neanche a chi vuole dimagrire, perché la perdita di peso dipende da diversi fattori, come l’apporto calorico giornaliero o l’attività fisica, e non solo dal tipo di cibo che si decide di mangiare.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons