Dieta Gift: si può mangiare il gelato?

Dieta Gift si può mangiare il gelatoLa dieta Gift, come tanti altri regimi alimentari, ha i suoi detrattori e i suoi sostenitori. Di certo è una dieta che, rispetto a molte altre, non costringe a tagli drastici e sacrifici insopportabili.

Si tratta di un regime dietetico normocalorico basato su un’accurata selezione degli alimenti. C’è anche il gelato fra gli alimenti consentiti dalla dieta Gift? Scopriamolo insieme.

L’indice glicemico

Una delle dieci regole previste dalla dieta ideata dai fratelli Luca e Attilio Speciani, è il controllo dell’indice glicemico.

Che cos’è l’indice glicemico? E’ la misura della capacità di un alimento di produrre un innalzamento dei livelli di glicemia nel sangue.

Quando si vuole perdere peso, stabilire il livello di glicemia nel sangue è indispensabile perché dalla sua quantità dipende la secrezione dell’insulina, l’ormone dal quale dipende l’aumento di peso. Perciò la dieta Gift proibisce tutti gli alimenti ad alto indice glicemico come pasta, pane, prodotti con farina bianca e zuccheri raffinati.

Dieta Gift e gelato

Il gelato è un alimento, di per sé, molto calorico, ma riguardo all’indice glicemico bisogna fare alcune doverose precisazioni.

Un gelato industriale alla crema preparato con zucchero raffinato ha un indice glicemico pari a 60, perciò è inserito negli alimenti ad alto indice glicemico, quindi è assolutamente vietato dalla dieta Gift.

Un gelato artigianale alla panna con fruttosio ha un indice glicemico pari a 35, mentre in un gelato alla frutta l’indice scende addirittura a 20. Entrambi gelati artigianali appartengono agli alimenti con indice glicemico basso e quindi sono tollerati dalla dieta Gift.

Come abbinare il gelato

Intanto la dieta Gift è nemica di tutti i prodotti industriali che contengono additivi chimici e prodotti non naturali. Perciò chi fa la dieta dei fratelli Speciani, il gelato dovrebbe prepararlo in casa con ingredienti freschi.

In alternativa dovrebbe rivolgersi a una gelateria di fiducia, dove è possibile trovare prodotti artigianali di alta qualità.

Per non trasgredire le indicazioni della dieta, che prescrive di abbinare sempre i carboidrati alle proteine, il gelato si dovrebbe mangiare a colazione o a pranzo, abbinato a una buona dose di frutta o verdura.

Per bilanciare il fruttosio, o eventuali altri dolcificanti contenuti nel gelato, è necessaria anche una buona dose di proteine ad esempio ricavabili da mandorle o noci.

Altri consigli

La dieta Gift è molta attenta anche al benessere psico-fisico, perciò un pasto consumato in estrema serenità e in armonia con il mondo circostante, di sicuro non farà ingrassare.

Un buon pasto a base di gelato, dunque, va gustato con calma e magari seduti al sole che, come noto, stimola anche la produzione di vitamina D3.

Altro accorgimento. Una piccola trasgressione, se aiuta a stare meglio psicologicamente, è sempre consentita anche dalla dieta Gift, purché poi le eventuali calorie o scorie che si sono accumulate, si riescano a smaltire con una sana attività fisica.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons