Banane e dieta: si possono mangiare a volontà?

La banana è un frutto tropicale che per il suo contenuto di potassio non deve essere mai bandito da qualsiasi dieta, nemmeno dai regimi alimentari ipocalorici.

Si è guadagnata, nel tempo, una pessima e ingiustificata reputazione, mentre finalmente qualche dietologo ha cominciato ad inserirla nei piani diete più bilanciati.

Ma quante banane si possono mangiare al giorno quando si sta a dieta?

La banana nella dieta

Per molto tempo si è ritenuto che la banana fosse un frutto nemico delle diete ipocaloriche.

Probabilmente è stato il suo sapore dolce a far pensare che contenesse molte più calorie rispetto ad altri frutti.

Non c’è nulla di più sbagliato. Cento grammi di banana contengono 65 calorie, le stesse che si trovano in un etto di melagrana o cachi.

Sempre in un etto di banana si trovano 1,8 grammi di fibre e 15 di carboidrati. Fra questi ultimi troviamo una piccola frazione, 2,5 grammi, di un particolare amido gelatinoso che, non essendo molto digeribile dall’intestino, svolge le stesse funzioni anticolesterolo di tutte le altre fibre liposolubili.

Le proprietà della banana

La banana è ricca di vitamine A, C, PP, B1, B2 e B6. In più contiene potassio, fosforo e ferro. L’elemento che più caratterizza questo frutto è il potassio: 100 grammi di banana ne contengono circa 350 milligrammi.

Il potassio, come noto, contrasta la ritenzione idrica perché favorisce il drenaggio e l’eliminazione dei liquidi. Nelle diete questo elemento, dunque, è indispensabile perché combatte la cellulite e i gonfiori. Inoltre ha un alto potere saziante, perciò riduce il senso di fame.

Altra capacità del potassio è di nutrire il sistema nervoso regalando un senso di benessere, perciò è conosciuto anche come il minerale del buon umore. In più aiuta a tenere sotto controllo la pressione sanguigna. Perciò qualsiasi dieta sana non può prescindere dalla giusta dose giornaliera di potassio.

banana dietaLa banana e il potassio

Per permettere al nostro organismo di depurarsi e di migliorare le sue attività fisiologiche, la quantità di potassio giornaliera da introdurre con gli alimenti dovrebbe essere il doppio di quella del sodio. In pratica dovrebbe avvenire l’esatto contrario di ciò che avviene con l’alimentazione tipica occidentale, dove il rapporto tra potassio sodio è di uno a due.

La giusta dose di potassio giornaliera per un individuo adulto che svolge attività normali, è di 3,5 grammi pro die. In una banana dalla grandezza normale ci sono meno di 0,4 grammi di potassio, perciò bisognerebbe mangiare dieci o più banane per colmare tutto il fabbisogno giornaliero.

Questo se si consumassero solo banane, ma il potassio è contenuto anche in altri alimenti, perciò due o tre banane al giorno possono contribuire a colmare, in una dieta equilibrata, il fabbisogno giornaliero di potassio.

Quante banane in una dieta?

La quantità di banane da consumare in una dieta, dipende dal tipo di lavoro svolto, dall’attività fisica e dall’alimentazione prescritta dalla dieta. Ci sono diete, per esempio, che si basano esclusivamente sulle banane che prevedono il consumo di almeno cinque banane al giorno.

In un regime dietetico ipocalorico di una persona sedentaria, una banana al giorno, sempre se integrata nella dieta e associata al fabbisogno calorico e glucidico del soggetto, non può che portare benefici all’organismo. In un regime dietetico normale, tre banane al giorno addirittura possono allontanare il rischio di ictus.

E per quanto riguarda gli eccessi, si ricorda che alcune diete vegane prevedono addirittura di consumare trenta banane al giorno. Indubbiamente trenta è un numero esagerato, ma al momento non si hanno notizie che diete di tale genere abbiano provocato iperkaliemia o altri problemi legati a un consumo smisurato di potassio.

La banana e lo sport

La banana è un alimento fondamentale per chi pratica sport. E’ importante soprattutto nel post allenamento. E’ quello, infatti, il momento in cui si verifica una riduzione del glicogeno muscolare e un forte catabolismo proteico. Mangiare una banana dopo lo sport aiuta a ripristinare le scorte glucidiche e favorisce l’anabolismo reintegrando l’approvvigionamento delle riserve energetiche.

Articoli che ci piacciono:

loading...

2 commenti

  1. Io ne mangiavo una al giorno fino a qualche tempo fa. Al momento però ho sostituito le banane con le arance. le arance purtroppo ci sono solo per un periodo all’anno, le banane invece ci sono sempre, quindi ho dovuto fare una scelta.
    Quando non ci sarano più arance, tornerò a mangiare le banane

  2. salve, io da 2 anni ho eliminato latticini e derivati, carne bianca e rossa unica eccezione ogni tanto pesce di mare ma senza esagerare diciamo 2/3 volte al mese.La mia alimentazione è principalmente composta da verdura, frutta semi germogli cereali integrali e come dolci solo datteri freschi e il miele nelle tisane la sera.
    Ultimamente sto aumentando le banane e mi trovo bene, saziano, mi nutrono parecchio e sono riuscito a mangiarne anche 10 al giorno, ovviamente belle mature, vi chiedo se secondo voi 10 banane al giorno rischiano di sballarmi i valori del sangue o se invece miglioreranno il mio già buon colesterolo totale ( 159 ) e altri valori,grazie

    Diego

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons