La dieta dell’aceto di mele

La dieta dell'aceto di meleDimagrire solo utilizzando l’aceto di mele. In questo consiste la dieta dell’aceto di mele, che sfrutta le proprietà naturali dell’aceto derivato dalla fermentazione del sidro.

All’aceto di mele si attribuiscono notevoli proprietà benefiche oltre alla fama di essere un eccellente brucia grassi.

Ecco che cos’è e come si perde peso con l’aceto di mele.

L’aceto di mele

Per elencare tutte le virtù dell’aceto di mele ci vorrebbe un trattato. Perciò ci limitiamo a dire che la medicina popolare da sempre ha usato l’aceto di mele come rimedio naturale.

Ippocrate, padre della medicina occidentale, già nel 400 utilizzava il derivato del sidro per curare denti, ferite, disturbi gastrointestinali, dermatiti, malattie da raffreddamento, stipsi e quant’altro.

E’ stato provato che nell’aceto di mele si trovano oltre novanta nutrienti diversi. Contiene, tra l’altro, potassio calcio, magnesio, cloro, sodio, rame, fluoro e ferro.

Insomma, l’aceto di mele è un vero e proprio elisir ricco di vitamina C e con un discreto contenuto di vitamine A, E, B1, B2 e B6. L’aceto è noto anche per essere un ottimo disintossicante, aiutare la peristalsi intestinale e per mantenere bassi i livelli della pressione sanguigna.

Uno degli elementi principali dell’aceto di mele è l’acido acetico ed è proprio a questo che deve la sua capacità di bruciare i grassi in eccesso.

Il piano della dieta

La dieta dell’aceto di mele ha un piano molto semplice: basta bere prima di ogni pasto principale tre cucchiaini di aceto mescolati in un bicchiere di acqua calda o fredda.

Non c’è nessuna restrizione alimentare, ma solo qualche piccola regola da seguire: iniziare a prendere l’aceto di mele gradatamente, bere tanta acqua durante il giorno, non eccedere con merendine e spuntini, diminuire le porzioni dei pasti principali e fare tanto esercizio fisico.

Perché l’aceto di mele fa dimagrire

L’aceto di mele preso prima dei pasti riduce l’appetito costringendo a mangiare di meno.Giacché contiene acidi organici ed enzimi metabolici capaci di accelerare il metabolismo, obbliga l’organismo a bruciare molte più calorie.

Inoltre abbassa i livelli di glucosio nel sangue per cui il corpo produce meno insulina, l’ormone responsabile dell’immagazzinamento dei grassi. Meno grasso si accumula e più chili si perdono.

Tra l’altro l’aceto di mele, contenendo anche molte fibre che eliminano scorie e tossine, svolge un’azione depurativa. Le fibre e il potassio dell’aceto balsamico aiutano a ridurre la ritenzione idrica con conseguente eliminazione di gonfiori e cellulite localizzati.

Come consumare l’aceto di mele

In commercio l’aceto di mele si può trovare liquido ma anche in capsule o compresse. E’ consigliato non usare quest’ultime poiché si solito subiscono un processo di pastorizzazione che le priva della madre dell’aceto, l’elemento base che rende prezioso l’aceto di mele.

Il migliore aceto è quello preparato in casa con mele di provenienza biologica. La preparazione è semplice: basta aggiungere un po’ di aceto normale al sidro e lasciarlo fermentare. Ricordate che quando l’aceto di mele è trattato industrialmente, perde tutte le sue proprietà benefiche.

Ultimo consiglio

L’aceto di mele non ha controindicazioni, se non in casi particolari come reflusso esofageo, acidosi e patologie simili. E’ un prodotto che fa dimagrire naturalmente.

Ovviamente l’aceto di mele non può  fare miracoli, perciò il consiglio è sempre lo stesso: condurre uno stile di vita sano eliminando tutti gli eccessi alimentari. L’esercizio fisico anche in questa dieta è un imperativo categorico.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons