Mech difende la sua dieta Tisanoreica dalle critiche delle ultime settimane

gianluca mechDieta preferita da Berlusconi, Valeria Marini, Geppi e Anna Tatangelo, eppure praticamente da sempre bersaglio delle critiche dei nutrizionisti. Parliamo del famoso regime tisanoreico di Gianluca Mech, detentore del brevetto di un metodo chetogenico che promette di farvi dimagrire grazie a cibi a basso contenuto di carboidrati e, spesso, preparati in costosissime bustine.

Un regime che fa storcere il naso a molti, ma che continua, dall’altro, ad attirare nuovi seguaci, che attratti dalla promessa di perdere fino a 8kg in solo 40 giorni, sarebbero disposti a dare fondo ai loro risparmi pur di seguire gli insegnamenti (e le dritte alimentari) di Gianluca Mech.

Le critiche sono state tanto veementi da costringere l’imprenditore veneto a raggiungere Panorama e a chiarire alcuni punti in realtà un po’ oscuri del suo regime.

Una dieta non per tutti

Per incominciare Mech ha dovuto ammettere che, al contrario di quello che viene pubblicizzato nelle farmacie, la dieta Tisanoreica non è per tutti, e che prima di imbarcarsi in una tale impresa sarebbe meglio rivolgersi ad un medico, meglio se a un dietologo, che però a quel punto potrebbe e anzi dovrebbe, aggiungiamo noi, consigliarvi un’altra strada.

Nessun pregiudizio nei confronti del sistema Mech, ma nel prossimo punto sarà forse più chiaro perché il nodo fondamentale della questione rimane lì, impossibile da sciogliere, nonostante la difesa preparata dal detentore dei brevetti dei costosissimi e un po’ insipidi cibi liofilizzati proposti dal regime Tisanoreico.

Perché non consumare direttamente cibi genuini?

Si possono seguire i dettami della dieta Tisanoreica, fatta esclusione per un intruglio di erbe brevettassimo, anche consumando cibi naturali, che bilanciati da un dietologo che analizzi prima la vostra situazione clinica, avrebbero esattamente lo stesso effetto di una qualunque dieta chetogenica.

Nessun motivo per ricorrere alle costosissime bustine, che oltre a contenere additivi in moltissimi casi, sono anche meno gustosi della loro versione reale.

Un punto sul quale Mech non è riuscito a difendersi, preferendo concentrarsi sulla mancanza di pasta anche dalle altre diete chetogeniche. Una risposta insufficiente, che non rimuove tutte le ombre su un sistema sì famoso, ma ancora troppo misterioso.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons