Dieta paleo: si possono consumare frutta e verdura?

Dieta paleo si possono consumare frutta e verduraLa dieta paleo ci riporta ai primordi dell’umanità, un mondo in cui tutto era affidato alla natura, compresa l’alimentazione.

Nel paleolitico non c’erano alimenti lavorati come cereali, zucchero raffinato, patate, derivati del latte e legumi, perciò dalla dieta paleo questi cibi sono banditi.

Allora che cosa è consentito mangiare nella paleo dieta? Vediamolo insieme.

La dieta paleo

La Paleo Diet di Loren Cordain nasce dallo studio della nostra evoluzione. Per circa due milioni e mezzo l’uomo si è cibato essenzialmente di carne, pesce, frutta, verdura e frutta secca.

Solo negli ultimi 10.000 anni l’uomo ha scoperto l’agricoltura e con questa sono arrivati nuovi alimenti come i cereali, i legumi, il latte e i suoi  derivati.

Questi cibi, insieme alla lavorazione industriale dei prodotti della terra, secondo i fautori della dieta paleo, sono la causa principale non solo della perdita della massa muscolare e ossea, ma anche di molte patologie come diabete, obesità e celiachia.

Partendo da questo assunto, Loren Cordain ha costruito questo regime alimentare su sette principi fondamentali:

  • Consumare più proteine animali
  • Consumare meno carboidrati e più frutta e verdura abolendo tuberi amidacei, cereali e zuccheri raffinati
  • Assumere molta fibra da frutta e verdura
  • Assumere la giusta dose di grassi omega 3 e omega 6
  • Nutrirsi di cibi ricchi di potassio e poveri di sodio
  • Scegliere alimenti ad alto contenuto alcalino, cioè ricchi di minerali come calcio, potassio, magnesio
  • Scegliere cibi ricchi di fitochimici, di vitamine, di sali minerali e di antiossidanti

Frutta e verdura nella dieta paleo

Alla base della dieta paleo si trovano carne e pesce. Non a caso i pilastri di questa dieta sono proprio i grassi monoinsaturi e omega 3 che si trovano soprattutto nel pesce.

Ma anche frutta fresca e verdura hanno un ruolo importante in questo regime alimentare poiché sono questi gli alimenti che forniscono all’organismo il maggior apporto di carboidrati.

La dieta ammette il consumo di un gran varietà di frutta e verdura anche se predilige quelle a basso indice glicemico.

E’ bene consumare verdure fresche, ma sono consentite anche quelle surgelate o congelate. Possono essere consumate cotte ma e crude.

Nella dieta paleo, dunque si può fare incetta di lattuga, crescione, spinaci, cavoli, cavoletti di Bruxelles, broccoli, asparagi, carciofi, cavolfiori.

Gli ortaggi come pomodori, cipolle, funghi, rape, cetrioli, peperoni, melanzane e carote, è bene consumarli rigorosamente freschi.

Anche per quanto riguarda la frutta si può spaziare. Sono ammessi dalla dieta avocado, agrumi, mele, banane, albicocche, noci di cocco, pere, uva, pesche, datteri, frutti di bosco e ciliegie.

La paleo dieta ammette un consumo di frutta secca moderato, soprattutto quando si vuole perdere peso. La dose giornaliera di frutta secca consentita è di 100 grammi al massimo.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons