Dieta crudista: si può consumare la carne?

Dieta crudista si può consumare la carneLa dieta crudista più che un regime alimentare è uno stile di vita che preferisce il naturale e avversa l’artefatto.

Questa regola è rispettata anche nell’alimentazione che si basa su cibi semplici, preferibilmente biologici e rigorosamente crudi.

Anche la carne? In alcuni casi sì.

Il crudismo

Dall’inglese rawism, il crudismo ha diverse correnti di pensiero. Un crudista non si può identificare né con vegetariano e nemmeno con un vegano.

Secondo la filosofia che sposa, un crudista può essere vegetariano se non consuma carne e pesce e ammette nella sua dieta anche i prodotti che hanno origine animale come uova e latte.

Può essere un vegano se si ciba solo di vegetali. Infine, può essere un crudista onnivoro che si nutre anche di carne e pesce crudi.

A queste categorie ne va aggiunta una quarta: il crudista che segue la raw paleolithic diet, un regime alimentare che prevede il consumo esclusivo di prodotti disponibili già nell’era preistorica come carne, pesce e uova, miele, bacche e vegetali.

Gli appartenenti a questa categoria eliminano dalla loro dieta anche i cereali poiché coltivati dall’uomo in epoche successive. La loro alimentazione è molto simile a quella degli Inuit o degli aborigeni australiani.

La dieta crudista e la carne

I crudisti che scelgono la dieta onnivora possono mangiare carne ma solo se cruda o quasi. Infatti, nella dieta crudista gli alimenti possono essere portati al massimo alla temperatura di 46 gradi centigradi.

Temperature superiori comporterebbero la perdita di vitamine A, B e C, e di sali minerali come calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio. Ed è proprio questo il pericolo che vuole scongiurare qualsiasi crudista.

Oggi, la carne da consumare cruda si presenta come carpaccio, fettine molto sottili condite con olio e limone, oppure come tartare, cioè carne macinata.

Indubbiamente, se consumata cruda, la carne apporta una buona dose di proteine e minerali e poche calorie. Mangiare cibi crudi, però, può provocare anche incresciosi inconvenienti.

Infatti, anche se negli ultimi anni i controlli igienici hanno ridotto quasi a zero il pericolo d’intossicazioni alimentari, una minima percentuale di rischio è sempre presente.

Pesce e carne crudi sono sempre soggetti a rischio di contaminazione batterica. La carne macinata, per esempio, può esporre alla toxoplasmosi, per cui deve essere assolutamente evitata soprattutto dalle donne in gravidanza.

Consigli

Per quanti stanno accarezzando l’idea abbracciare la filosofia crudista, è bene chiarire che per quanto possa essere suggestiva l’idea del ritorno alla natura, cuocere i cibi, soprattutto la carne, ha evidenti vantaggi dal punto di vista della loro salubrità.

La cottura migliora la digeribilità del cibo ed elimina parte dei grassi contenuti negli alimenti di origine animale come la carne.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons