La dieta più salutare della storia? Quella della Magna Grecia!

platone dietaSi fa un gran parlare di dieta mediterranea, ma spesso si ignorano quelli che sono i progenitori di uno dei regimi più apprezzati del nostro tempo. Tra gli antenati illustri troviamo infatti quella che possiamo definire dieta della Magna Grecia, e che è composta da tutto quello che mangiavano Socrate, Platone e pure Aristotele.

Una dieta che ha le sue radici anche nelle nostre terre, e che ha fatto grande uso di varietà di cereali del nostro meridione d’Italia, che ha aggiunto i suoi ottimi oli d’oliva e che ha consumato lo splendido pesce che viene pescato sulle sue coste.

Una dieta ricchissima di Omega 3, che permise ai greci prima e ai romani poi di dominare il Mediterraneo anche grazie ad uno stato di salute migliore: uno stato di salute che era frutto proprio di quello che portavano in tavola.

L’America si inchina ai nostri antenati

Come sempre però, un po’ di colpa la conserviamo: sono stati infatti gli americani a riportare in auge quella che è una dieta dimenticata da quasi 2000 anni. Il segreto? Gli acidi grassi Omega 3, dei quali una dieta ricca di pesce, olio d’oliva e grassi vegetali buoni è ricca.

Acidi grassi che sarebbero anche in grado di fare da contraltare a formaggi e grassi animali, che seppure in dosi minori, erano comunque presenti nella dieta degli Antichi Greci.

Una dieta per far stare in forma anche la mente

La Grecia e la Magna Grecia sono state culla della filosofia occidentale, della politica, della matematica e delle scienze, e se popoli che erano fisicamente meno prestanti dei Germani e dei Galli dominarono comunque il Mediterraneo e l’Europa, la superiorità va rintracciata, dicono i dottori americani, proprio nella superiorità di una dieta che non era basata su frutta e cacciagione, ma su un ventaglio di prodotti sani, buoni e ricchi di omega 3, autentico carburante per le menti che cambiarono il mondo.

Occhio però: abbiamo perso la guida dei nostri avi

Quello che ci fanno notare i dottori americani però non è soltanto la bontà del regime in sé, ma anche quanto ci siamo distaccati dall’ottimo insegnamento dei nostri avi. Se nei nostri licei si continua a studiare il pensiero di Platone, Socrate, Pitagora, Archimede e Aristotele, purtroppo non si può dire lo stesso della dieta che seguivano.

Una mancanza a livello educativo che si traduce, almeno in Grecia, in tassi di obesità altissimi, con le stesse conseguenze che potrebbero fare capolino anche nel nostro paese, con danni irrecuperabili alla salute di una popolazione che, semplicemente cibandosi di quello che la sua terra può offrire, potrebbe viver meglio e più a lungo.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons