Dieta Mediterranea a rischio in Inghilterra: la scure del governo di Londra

parmigiano reggianoLe nuove misure del governo britannico per combattere l’obesità potrebbero far sparire dal paese gli alimenti tipici della Dieta Mediterranea.

E’ questo l’allarme lanciato dai parlamentari europei italiani, che hanno reagito alla proposta di legge inglese, che vorrebbe aggiungere alle confezioni alimentari una sorta di semaforo dietetico: rosso per i cibi troppo grassi o calorici, giallo per quelli medi, verde invece per quelli più salutari.

E di semafori rossi la dieta mediterranea potrebbe incontrarne diversi, soprattutto per prodotti come formaggi stagionati, mozzarelle, prosciutto e pasta.

Una situazione paradossale, che mette finalmente sotto gli occhi di tutti la follia delle mosse governative per combattere l’obesità, basate esclusivamente su un freddo dato numerico e senza alcun tipo di approccio sistematico al problema.

I migliori prodotti d’Europa sotto inchiesta

A finire sul banco degli imputati ci sono tanti tra i migliori prodotti alimentari d’Europa. Pensiamo alle mozzarelle IGP, al Prosciutto di Parma o alle centinaia di ottimi formaggi che si guadagneranno, stando alle tabelle proposte dal governo UK, il semaforo rosso.

Una follia sesquipedale, che mette a rischio prodotti che sono, nel complesso, salutari, e il cui consumo andrebbe incentivato e non ostacolato.

Il bisogno di un approccio sistematico

Quello di cui si avrebbe bisogno è un approccio sistematico, che smetta di considerare l’alimento in se, e lo inserisca in un quadro dietetico più ampio e con le quantità giuste, smettendola al tempo stesso di demonizzare alimenti, prendiamo il caso del prosciutto, che sono consigliatissimi durante una dieta.

Una misura, quella del governo britannico, che rinsalda quel luogo comune che vorrebbe i sudditi della regina come persone che di alimentazione (sia per quanto riguarda il gusto che la salubrità degli elementi) capiscono ben poco.

E potrebbe anche interessarci poco della questione, penserà qualcuno di voi, se non fosse che in ballo ci sono più di 200 milioni di euro che i nostri produttori potrebbero andare a perdere se una misura del genere venisse adottata.

Una situazione dove perdono tutti e vince soltanto l’incompetenza.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons