La dieta mediterranea? Potrebbe salvare il mondo

dieta mediterraneaIl prossimo G8 sarà dedicato alla demenza precoce, alla demenza senile e all’Alzheimer, condizioni patologiche che potrebbero essere evitate o ridotte, dicono i dottori, semplicemente ricorrendo ad una dieta mediterranea.

E’ questo il parere diffuso dei medici che hanno firmato un appello ai grandi del mondo, proprio con l’obiettivo di spingere la dieta mediterranea come scelta di gusto e di salute per le popolazioni europee.

Si sono messi in prima fila dottori che con la cultura mediterranea c’entrano poco: alcuni medici inglesi hanno scritto infatti al Ministro della Sanità britannico, pregandolo di fare di tutto per inserire cibi e abitudini dei popoli mediterranei anche nel paese della Regina.

La miglior terapia contro le demenze e l’Alzheimer

Secondo i dottori che stanno cercando di portare la dieta mediterranea all’attenzione dei paesi de G8, il regime sarebbe il migliore in circolazione per prevenire le demenze senili e l’Alzheimer, entrambe situazioni che secondo le ricerche più recenti potrebbero essere fronteggiate prevenendole con una dieta giusta, invece di ricorrere successivamente ai farmaci.

Il mea culpa dei medici

La lettera al ministro britannico è anche accompagnata da un mea culpa dei medici, che sottolineano come la scienza medica si sia concentrata troppo sui medicinali invece di individuare le possibili cause di queste malattie e cercare di prevenirle attraverso uno stile di vita diverso.

Da qui si cambia marcia però, e si apre un nuovo capitolo per la medicina, quella che preferisce prevenire invece di curare, e che partirà proprio dalla dieta mediterranea per farlo.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons