La dieta per chi gioca a tennis: una guida completa

La dieta del tennistaOgni prestazione sportiva è accompagnata da una corretta alimentazione.

Questa è una regola alla quale non sfugge nessuno, soprattutto un tennista.

Se hai appena cominciato, o se sei un tennista esperto e vuoi migliorare le tue prestazioni, è dalla tavola che devi partire. Ecco come.

La corretta alimentazione del tennista

Che si tratti di un giocatore professionista o solo di un dilettante, una partita di tennis richiede sempre un notevole dispendio di energie.

Dobbiamo tener presente che l’organismo quando disperde energie utilizza come carburante le calorie.

Per proteggersi dalle malattie si serve di vitamine, minerali, fibre e antiossidanti.

Per la sua regolazione termica utilizza i liquidi, soprattutto, l’acqua. Infine, per rinnovare i suoi tessuti, il nostro corpo sfrutta le proteine e gli aminoacidi essenziali.

Perciò una corretta dieta del tennista deve contenere una miscela di macronutrienti che includa tutti gli elementi sopra elencati.

Bisogna però imparare a dosare il cibo per consentire agli elementi essenziali, quali carboidrati, grassi, calcio, ferro, vitamine, amminoacidi e acidi grassi, di mantenere tra loro il giusto equilibrio.

Le buone regole del tennista

Prima di tutto idratazione. Un tennista, venti minuti prima di ogni incontro, deve bere circa un litro di acqua e, per evitare pericolosi cali di zucchero, mangia anche una barretta energetica o una banana.

Alla fine del match, per reintegrare i liquidi persi durante la partita, deve bere un altro litro di acqua. Subito dopo ha bisogno di carboidrati complessi idrosolubili che si trovano negli integratori energetici.

Proteine per dare il giusto supporto ai muscoli e carboidrati, la fonte di energia preferita dal nostro corpo. Un tennista di circa settanta chili che si allena quotidianamente per due ore, deve consumare almeno 350 grammi di carboidrati al giorno.

Menù tipo del tennista

Colazione

Il primo pasto di un tennista deve contenere un quinto del suo fabbisogno giornaliero di calorie.

Perciò la colazione deve essere un pasto sostanzioso fatto di latte, cereali, uova, prosciutto, yogurt, pane, burro, marmellata e spremuta di arance.

Spuntino

A metà mattina la dieta prevede succo di frutta, pane, prosciutto cotto e qualche barretta energetica.

Pranzo

Pasta o riso con poco condimento. Se si deve fare una gara subito dopo, il pranzo finisce qui. Altrimenti si passa al secondo.

Il secondo piatto può comprendere pesce o petto di pollo ai ferri. Il contorno si sceglie fra insalata o verdure cotte in vario modo. Non mancano il pane, le bevande e il gelato finale.

Merenda pomeridiana

Il break del pomeriggio contempla frutta fresca, succhi di frutta e barrette energetiche.

Cena

Per il pasto serale vanno ancora bene la carne o il pesce alla griglia.  In alternativa ci sono i passati di verdura o di legumi, Si completa con contorno di verdura al vapore, pane, dolce o gelato.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons