Come ingrassare naturalmente, senza integratori

Come ingrassare naturalmente, senza integratoriAlla parola dieta, di solito, si associa sempre l’idea del dimagrimento.

Eppure non è così perché in molti casi è richiesta una dieta per ingrassare.

Spesso ci vengono proposti prodotti dal contenuto dubbio, che ci promettono di farci mettere su massa.

Ingrassare senza ricorrere a integratori o altri prodotti chimici però è possibile. Ecco come farlo nel modo più naturale possibile.

La dieta per ingrassare

Fare una dieta per ingrassare spesso diventa una necessità perché, esattamente come accade per l’obesità, anche l’eccessiva magrezza può creare imbarazzo.

Se il calo di peso è una conseguenza di patologie fisiche o psichiche, la magrezza va affrontata e risolta con le opportune terapie.

Se, invece, ci troviamo di fronte a una magrezza costituzionale di un individuo sano, questa può essere risolta con un regime alimentare ipercalorico mirato.

Per essere efficace un regime alimentare ipernutritivo deve raggiungere almeno 3500 chilocalorie pro die

Di solito il fabbisogno di un adulto che svolge un lavoro manuale è di 2500 chilocalorie al giorno.

Ciò significa che chi vuole ingrassare deve inserire nella sua dieta giornaliera cibi che, sia in quantità che in qualità, siano in grado di portare all’organismo più o meno mille Kcal in più.

Il menù per ingrassare naturalmente

Senza ricorrere a integratori si può ingrassare facendo almeno cinque pasti il giorno.

In media si dovrebbero consumare circa cinquecento grammi di carboidrati, duecento di proteine, cento di grassi e ottanta di fibre alimentari.

Colazione

Il primo pasto della giornata deve essere molto ricco. Non devono mancare zuccheri e carboidrati. Perciò si può prendere un caffè, oppure l’orzo, con molto zucchero insieme al classico pane burro e marmellata.

In alternativa si può bere un succo di frutto con fette biscottate spalmate con crema di cioccolato, oppure una tazza di latte intero accompagnato da fette biscottate e marmellata.

Spuntino di metà mattina

A scelta si può mangiare uno yogurt alla frutta con frutta fresca, una mela con arachidi tostate oppure formaggio in fiocchi con cracker salati.

Pranzo

Per la gioia di chi ama i primi piatti, a pranzo si possono mangiare 130 grammi di pasta, oppure 180 di riso. Entrambi si possono condire con sugo di pomodoro o olio evo e abbondante formaggio.

Per i secondi piatti si può variare consumando pesce alla griglia, carne di soia e tutte le carni bianche. E’ consentita anche la carne rossa ma non più di una volta a settimana.

I contorni, tutti conditi con olio extra vergine possono essere scelti fra insalate di vario genere, zucchine, fagioli e altri legumi.

Spuntino pomeridiano

Per questo break si può scegliere fra dolce e salato. Vanno bene un panino con tonno e un frutto, i cracker con prosciutto o bresaola e una mela.

I più golosi possono optare per una tazza di latte accompagnata da un panino con la marmellata oppure da cento grammi di cioccolato fondente.

Cena

Si possono mangiare 150 grammi di pasta condita con ragù di carne. In alternativa è possibile consumare tacchino con contorno di fagiolini verdi e un panino, sogliole con asparagi oppure omelette al formaggio.

Il pasto serale si chiude con due kiwi o una banana.

Consigli

In un regime ipercalorico, esagerare con il formaggio sulle pietanze è quasi d’obbligo. Così come si può sempre abbondare nell’uso di olio evo.

Per i pesci e la carne è possibile usare tanta maionese. Fra un pasto e l’altro aiuta molto consumare frutta secca, che è molto calorica e vi aiuterà a raggiungere il vostro traguardo.

Se proprio non ce la fate, provate ad aggiungere un gelato o un dolce alla fine di ogni pasto.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons