Brindiamo! E’ arrivato lo champagne dietetico

champagne-dieteticoBasta formaggi light, caramelle senza zucchero, patatine fritte senza grassi. L’ultima frontiera dei cibi light arriva dalla Francia. Se ogni tanto amate concedervi qualche bollicina ma le calorie contenute in una coppa di champagne vi preoccupano, da oggi potrete dormire sonni tranquilli.

L’ex giornalista BBC Amanda Thomson, di concerto con il produttore di champagne Alexandre Penet, ha infatti messo a punto una versione dietetica della celebre bevanda, pur non andando a tagliare sulla gradazione alcolica.

Da 100 a 60 calorie per coppa

Una coppa di champagne tradizionale contiene circa 100 calorie. Serate di gala e cene eleganti sono la combinazione perfetta per mettere su tanti chili, a forza di drink e brindisi.

Un problema che aveva angosciato, prima di voi, anche Amanda Thomson, che dopo essersi trasferita in Francia è andata in cerca di un produttore che volesse mettersi in gioco producendo uno champagne dietetico.

Le calorie sono quasi dimezzate. Si passa dalle 100 della versione tradizionale alle 60 della versione light che  mantiene, giura chi lo ha assaggiato, lo stesso gusto (e anche la stessa gradazione alcolica).

E il trucco dov’è?

Secondo la tradizione viene aggiunto zucchero allo champagne durante la fase di fermentazione. Zucchero uguale calorie, e secondo Amanda Thomson calorie inutili.

E’ bastato ridurre lo zucchero aggiunto per ottenere un risultato di buona qualità e che sia attento alla linea.

Se i party eleganti sono il vostro pane quotidiano sarà sicuramente una buona notizia per voi. Occhio però a non esagerare. L’alcol fa male comunque, e 60 calorie per coppa non sono comunque poche.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons