Loading...

8 alimenti ricchissimi di fibre

In un’alimentazione sana non possono mancare le fibre alimentari. Si tratta di componenti del cibo che il corpo non può metabolizzare, ma che aiutano comunque l’organismo a funzionare meglio. A giovarne è soprattutto l’apparato gastrointestinale.

8 alimenti ricchi di fibre

Cereali

  • Crusca: al primo posto della classifica degli alimenti ricchi di fibre c’è la crusca di frumento (grano duro e grano tenero). Si tratta della parte più esterna dei cereali. Anche quella di riso e di avena ha una buona percentuale di fibre. Utile a colazione per iniziare col piede giusto.
  • Segale: un cereale che appartiene alla famiglia delle graminacee. Spesso viene ridotto in farina per preparare impasti, come il pane di segale dal caratteristico colore bruno. Puoi mangiarlo anche in chicchi in zuppe, minestre e insalate.
  • Orzo perlato: un cereale con un buon apporto di fibre. Questo, inoltre, favorisce il senso di sazietà quindi è molto indicato nelle diete. In più, a differenza della segale, ha una bassissima percentuale di glutine.

Legumi

  • Fave: sono i legumi con il maggior quantitativo di fibre (circa 20 g su 100 g totali). Attenzione, però! Vanno mangiate crude per assumere più fibre possibili. In cottura, infatti, ne perdono buona parte.
  • Fagioli cannellini e borlotti: nella famiglia dei legumi sono al secondo posto per contenuto di fibre. Anche in questo caso, come per le fave, la quantità di fibre diminuisce quando vengono cotti.
  • Piselli: di questi piccoli legumi verdi, i piselli secchi crudi hanno la percentuale di fibre più alta. Questa diminuisce nei piselli freschi crudi, ma è comunque relativamente alta.

Altre importanti fonti di fibre

  • Mandorle secche: sono la tipologia di frutta secca con più alto contenuto di fibre. Seguono arachidi, pistacchi noci pecan e nocciole. Particolarmente indicate per uno spuntino salutare “smorza fame” a metà giornata.
  • Cioccolato fondente: ebbene sì, anche questo gustoso alimento possiede una buona quantità di fibre (8 g su 100 g complessivi). Che sia fondente però, perché è quello con la percentuale più alta di cacao. In più è ricco di altre sostanze, tra cui antiossidanti, molto utili per la salute dell’organismo.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2022 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons