Posso dimagrire con il digiuno? Una piccola guida

Digiunare per dimagrire? No, grazieIl digiuno non è più soltanto un rito religioso, o qualcosa al quale siamo costretti a causa della scarsità di cibo.

Negli ultimi anni è diventato un metodo di dimagrimento, la cui efficacia è promossa o contestata da diverse branche della dietologia.

Vediamo insieme cosa c’è di vero e cosa c’è di falso, per valutare se sia il caso di procedere a digiuni anche di breve periodo per perdere qualche chilo.

Programmati per digiunare

Il digiuno non è sempre stato una scelta autonoma. Non sono lontani quei secoli bui durante i quali la popolazione umana vi era costretta periodicamente, vuoi per scarsità di cibo, per guerre, per inondazioni e per altre calamità naturali.

No, non vogliamo fare una lezione di storia, vogliamo solo sottolineare che il nostro corpo si è adattato, nei millenni, alla scarsità di cibo.

Questo adattamento è importante per comprendere le dinamiche del digiuno, e per fare una scelta informata se abbracciare questa filosofia di vita oppure no.

Dicevamo che il nostro corpo si è adattato al digiuno, ma che vuol dire? Vuol dire che in caso di mancata assunzione di cibo, il nostro corpo abbasserà i livelli di consumo regolando il metabolismo, inficiando un po’ quella che era l’idea iniziale: perdere peso digiunando.

Se all’inizio potremo aggredire anche le masse di adipe molto rapidamente, nel giro di pochi giorni il nostro corpo avrà capito la proverbiale antifona, e cercherà di consumare il meno possibile onde evitare di rimanere senza risorse in breve tempo.

Il digiuno aiuta a disintossicarsi?

Non ci sono prove scientifiche delle proprietà disintossicanti del digiuno, e addirittura non ci sono prove della necessità di disintossicarsi periodicamente. Il nostro corpo è disegnato per disintossicarsi autonomamente attraverso reni e fegato, sudore e urine. 

Quindi almeno su questo punto, possiamo sicuramente ignorare la possibilità di procedere a digiuni controllati per perdere peso.

Digiunare fa male alla salute?

Una persona in salute che digiuna per un paio di giorni non dovrebbe avere grossi problemi. Problemi che però si presenteranno, con in mano un salatissimo conto da pagare, nel caso in cui il digiuno fosse prolungato oltre le 48 ore. Digiunare per lunghi periodi non è una scelta che ci sentiamo di consigliare, anzi.

Meglio mantenere comunque, nel caso in cui decideste di abbracciare questa “filosofia di vita, una idratazione adeguata, che limiterà i danni provenienti dalla mancata assunzione di cibo. 

Per rispondere alla domanda che ci eravamo posti: si, fa male, e nessuno dietologo che si rispetti potrebbe consigliarvi di abbandonare completamente il cibo per un determinato periodo di tempo. 

Volete perdere peso? Su questo sito di idee ne trovate tante, e rivolgendovi ad uno specialista avrete la possibilità di disegnare il piano che meglio si adatta alle vostre esigenze.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons