Le diete? Il 95% fallisce entro la prima settimana

 fallimento-dietaNon smetteremo mai di ricordare ai nostri lettori quanto sia importante avvicinarsi ad un nuovo regime dietetico con il giusto spirito.

Giusto spirito che prevede anche tanta voglia di fare sacrifici, di mettersi in gioco e di sopportare le inevitabili deprivazioni che si presenteranno lungo il nostro cammino.

Perché vi angosciamo ancor prima di cominciare? Per prepararvi a non finire come i casi che vi raccontiamo più sotto.

Le diete falliscono quasi tutte entro la prima settimana

Tanto dura una dieta media. Si comincia di Lunedì e spesso non si arriva neanche al Venerdì. Quattro, cinque giorni di sacrifici, buttati poi nel cestino dopo avercela messa davvero tutta. Se non vuoi che questo sia anche il tuo caso, continua a leggere.

Perché falliscono così in fretta?

Le ragioni sono molteplici, e spesso la causa è un concorso di diversi fattori che quasi sicuramente ci troveremo davanti una volta che avremo cominciato la nostra dieta.

1. Il corpo si ribella

Il corpo vuole tutte le schifezze alle quali lo avete abituato. Grassi e zuccheri in eccesso hanno lo stesso meccanismo di funzionamento delle droghe. Toglieteli tutti insieme e il vosro corpo vi farà passare le proverbiali pene dell’inferno.

2. Fame

Non si passa dal mangiare come un esercito ad un regime di restrizioni nel giro di una notte. La fame ci sarà, e non sarà possibile farla sparire subito. Dovremo abituarci a controllarla, anche con qualche trucchetto.

3.  Voglie

Una improvvisa voglia di patate fritte o di salsiccia vanificano gli sforzi di una intera settimana. E’ un problema serio, difficile da controllare e tra le prime cause del fallimento di un regime.

4. Pressione sociale

Avete presente i vostri parenti e i vostri amici che, dopo che avete rifiutato una fetta di torta, hanno cominciato disturbarvi con i loro “ma non hai bisogno di dimagrire!”. Lasciateli stare, la scelta è vostra e le sirene non potranno che vanificare i vostri sforzi.

5. Il cibo come anti-depressivo

Il cibo è un potente anti-depressivo, non perché contenga qualche sostanza strana, ma perché è così che abbiamo instaurato la nostra relazione. Non usarlo più come fonte di consolazione è difficile, molto difficile, soprattutto se siete tra coloro che usano una barretta di cioccolata per sentirsi meglio.

 

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons