Rugbista muore dopo aver preso una pillola per dimagrire

ragazzo-morto-pillole-dietaChris Mapletoft era un ragazzo normale, anzi, anche abbastanza in forma.

Era irlandese e giocava a rugby, e, come nelle peggiori tragedie, gli sopravvivono i genitori, che ancora non riescono a capacitarsi di quanto accaduto a loro figlio.

Pillole on-line dietro la morte di un ragazzo in salute

Dietro la morte di Chris, che era da poco diventato maggiorenne, ci sarebbe il dinitrofenolo, una sostanza in genere utilizzata nei pesticidi, e che sta diventando pericolosamente comune on-line.

Viene venduta come pillola per dimagrire, e data l’assenza di controlli si candida a mietere altre vittime prima che le autorità intervengano, nonostante i genitori del rugbista abbiano avviato una campagna di informazione sugli effetti di queste pastiglie per dimagrire.

“Qualche click e nostro figlio è morto”

I genitori non riescono a darsi pace. David, il padre, ripete incessantemente “non si può morire così, con pochi click di mouse”. Si, di mouse, perché i genitori non possono che puntare il dito contro un internet che è diventato una giungla di prodotti per dimagrire, che vengono venduti senza prescrizione medica e senza alcun tipo di controllo.

“Che almeno salvi la vita degli altri”

I genitori di Chris sperano che la morte di loro figlio serva a salvare vite umane. Lo speriamo anche noi che questa morte non sia dimenticata, e che serva da monito a chi, incoscientemente, cerca di dimagrire a colpi di pillole, per giunta acquistate da siti internet illegali.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons