10 segreti che l’industria alimentare non vuole farti sapere

insalata riccaCome si diceva una volta, se ti piacciono le salsicce, meglio non andare a spiare come si fanno.

Questo purtroppo non è più vero soltanto per le salsicce, ma per un numero sterminato di cibi prodotti dall’industria alimentare, che sebbene si celino dietro un’apparente salubrità, sono cose non dovremmo toccare neanche con le pinze.

10. Lo Yogurt

Lo yogurt fa benissimo, ve l’abbiamo detto tante volte anche noi.

La verità è che quelle porcherie con la frutta aggiunta che trovate nel banco frigo del vostro supermercato hanno tanto zucchero quanto le caramelle. Volete mangiare yogurt per la vostra salute? Fatelo in casa.

9. Le insalate ricche

Bene, i colleghi o i nostri bambini ci hanno trascinato in un fast food. Vogliamo recuperare prendendo un’insalata. Bene, sappiate che in molte di quelle insalate si trovano grassi, carboidrati e sodio degni del più onesto Big Mac. Prima di prendere qualcosa, chiedete gli ingredienti.

Potrebbero esserci nascoste delle porcherie indicibili. Se l’insalata è tanto ricca che il verde ormai non si vede più, ci sono buone probabilità che sia calorica quanto un hamburger.

8. I cereali da colazione

Salutari, vero? Costano tanto perché i prodotti inclusi sono di prima qualità, giusto? No, sbagliato. La grande industria dei fiocchi per la colazione spende in pubblicità il doppio di quello che spende per la materia prima. Più o meno quello che spendono le aziende che producono cibo per cani.

7. Pranzi e cene a buffet – aperitivi liberi

Hai pagato una quota fissa per un aperitivo o un buffet? Finirai per mangiare più di quanta fame hai, perché, studi alla mano, cercherai di ottenere tutto il possibile per il prezzo che hai pagato.

6. Cibo per bambini

Ah, le aziende che producono cibo per i nostri piccoli. Ci fanno pagare tutto un occhio della testa perché gli ingredienti sono di prima qualità, vero? No. Molte pappe pronte per i bambini contengono più grassi suturi e zucchero del cibo da fast food. 

5. Gli spot durante i cartoni animati

Sedetevi un momento e guardate gli spot che le tv passano tra un cartone animato e l’altro. Sono all’80% cibo spazzatura. Il resto sono giocattoli. Se volete cambiare le abitudini alimentari del vostro bambino, cominciate dallo spegnere la tv.

4. Pochi grassi non vuol dire poche calorie

Ci hanno bombardato con cibi “senza grassi”, che instaurano la falsa speranza di aiutarci a dimagrire pur continuando a mangiare come maiali. Bene, volete una sorpresa? Girate le confezioni e controllate le calorie. Si tratta di cibi comunque molto calorici, dato che per rimpiazzare i grassi si procede in genere ad aumentare zuccheri et similia.

3. Coca cola e simili

Sapete quanto zucchero c’è in una lattina di coca cola? L’equivalente di 20 bustine da bar di zucchero. Non serve commentare.

2. Il marchio rosso

I più grandi marchi dell’alimentazione utilizzano simboli in genere rosso fuoco. Perché? Perché questo colore stimola la fame, scientificamente provato. Quando passate tra gli scaffali dei negozi vi stanno in realtà ipnotizzando!

1. I nuggets? Non sono pezzi di pollo

Belli i nuggets. Fati al forno non sono neanche troppo calorici. Il punto è che non sono pezzi di carne di pollo interi, ma i rimasugli della lavorazione del pollo (si, davvero tutto quello che rimane), pressato all’occorrenza per restituirci quei pezzetti fintamente irregolari. Buoni eh? Chissà quanta spazzatura c’è dentro.

Articoli che ci piacciono:

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2016 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons