Loading...

Quali sono le alternative dietetiche all’olio d’oliva?

oliva olio dietaL’olio extravergine di oliva è sicuramente l’olio alimentare più buono che si possa trovare in commercio e che l’uomo possa produrre. Ma se la nostra dieta prevede di escludere l’olio di oliva, come possiamo sostituirlo?

Esistono delle alternative dietetiche all’olio di oliva? Quali sono? In questo articolo cercheremo di rispondere proprio a queste domande, cercando di fornirvi una soluzione per trovare alternative all’olio d’oliva.

Perché una persona dovrebbe rinunciare all’olio di oliva?

La maggior parte dei nutrizionisti consiglia di aggiungere l’olio d’oliva per una dieta equilibrata che si rispetti. Tuttavia, in alcuni casi, l’olio d’oliva potrebbe risultare pesante e difficile da digerire, per cui alcuni preferiscono eliminarlo dalla dieta.

Quali sono le alternative dietetiche di quest’olio alimentare così buono?

A nostra disposizione, però, ci sono delle valide alternative per sostituire l’olio d’oliva, anche se non saranno mai all’altezza del suo sapore. Tra le più comuni abbiamo le seguenti:

  • Acqua: una valida sostituta dell’olio d’oliva, soprattutto per quanto riguarda la cottura di alcuni alimenti. La si può aggiungere a una teglia da mettere in forno, oppure, ancora meglio, potreste cucinare i vostri alimenti a vapore. In questo modo si otterranno delle pietanze nettamente più leggere ma anche saporite e morbide.
  • Succo di arancia, limone o pompelmo: gli agrumi sono un’ottima alternativa per condire il pesce e l’insalata eliminando la pesantezza che potrebbe suscitare l’olio di oliva.
  • Olio di argan: di solito questo tipo di olio è conosciuto per gli utilizzi a scopo cosmetico, in realtà l’olio di argan è dotato anche di un’ottima digeribilità. E’ perfetto per condire l’insalata insieme al sale e al limone.
  • Yogurt: chiunque è stato a contatto con la cultura greca, saprà che questa salsa è perfetta per condire delle ricche insalate, soprattutto se aromatizzato da alcune erbe o dal cetriolo.
  • Wasabi: per gli amanti del piccante e della cucina giapponese si potrebbe pensare di sostituire l’olio anche con il wasabi, soprattutto per condire alimenti come il carpaccio e le verdure.
  • Salsa di soia: anche qui subentra la cultura orientale in cui la salsa di soia viene usata come sostituto dell’olio d’oliva per condire il pesce e la carne, ma fate attenzione a non abusarne se soffrite di pressione alta.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Dietando.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons